Massaggio


Il massaggio è il metodo più naturale e istintivo per promuovere il benessere sia fisico che psichico quando ci troviamo in una situazione di stress, ma è anche una vera forma di terapia che è parte integrante della medicina tradizionale cinese. Questo concetto è valido anche per gli animali, i quali, in natura, cercano di ottenere, in caso di necessità un effetto simile leccandosi, grattandosi oppure sfregandosi l’uno con l’altro: un esempio che tutti conosciamo è il tipico massaggio che il cucciolo esercita sulle mammelle della madre per stimolare la secrezione del latte, atteggiamento questo che nel gatto sovente permane anche nell’adulto, il quale lo esibisce quando cerca affetto.

Ma in realtà il massaggio è una vera forma di terapia

Contrariamente a quanto si crede il massaggio non è diretto all’ottenimento di una forma di rilassamento, la quale rappresenta solo un effetto secondario gradito: la sua natura è quella di una vera e propria terapia che, basata su una precisa diagnosi energetica, si pone l’obbiettivo di curare e /o prevenire le malattie in quanto stimola con le mani gli stessi meridiani e punti di agopuntura

Esistono diversi tipi di massaggio che, adeguatamente praticati, migliorano non solo la sensazione di benessere ma anche la salute: il veterinario specialista è in grado di sfruttare al meglio le proprietà terapeutiche di queste metodologie.


Tipi di massaggio che pratichiamo

Il massaggio TuiNa è le terapia manuale tradizionale della medicina cinese: da questa sono originate tutte le altre forme di massaggio tra cui più noto il massaggio shatzu. Il TuiNa nasce per completare ed accompagnare l’agopuntura, ma può essere praticato anche da solo soprattutto se si vuole ottenere un effetto di prevenzione su animali sani. Come tutte le forme di massaggio terapeutico lo scopo è armonizzare lo scorrimento dell’energia (Qi) in modo da evitare che il paziente si ammali o se già malato possa guarire.  

Il massaggio shiatsu è una delle tecniche  più note con cui l’arte di massaggiare si esprime. Il termine giapponese “shiatsu” è tradotto letteralmente come “digitopressione” sebbene il concetto su cui si fonda questa tecnica non è tanto quello di comprimere parti del corpo per ottenerne il rilassamento quanto quello di armonizzare lo scorrimento dell’energia. Esso prevede la stimolazione lungo i meridiani di agopuntura esercitata da una mano avente azione Yang, la cui attività si contrappone all’immobilià dell’altra mano avente funzione Yin che rimanendo ferma dona stabilità